2016/17- Australia & Tasmania, Diario, Stefano

Tom Price, alle porte del Karijini National Park

Oggi si riparte verso Tom Price, direzione Karijini national park. I bambini si svegliano praticamente all’alba, non possiamo fare altro che intrattenerli per una mezzoretta cocolandoceli sotto le coperte coi noi.

Ci godiamo il sorgere del sole che con i suoi primi raggi di luce sulla laguna che ci ha fatto da casa per una settimana. La marea è bassa ed ogni singola pozza riflette i ragi del nuovo sole.

Mentre Annamaria prepara la colazione ed i bambini giocano, riorganizzo la macchina pronta per partire alla volta di Tokm Price, città alle porte del Karijini National Park, considerato tra i più belli d’Australia.
Phoenicia e Wesley riscontrano qualche problema nell’agganciare il trailer con la barca all loro macchina; quale migliore occasione per testare Digger sulla sabbia trainando il tutto. Dopo un’insabbiamento iniziale, dato dalla sabbia ancora troppo zeppa di acqua, ne usciamo trionfanti. Fare pratica con un 4×4 non è mai abbastanza, credetemi, specialmente in situazioni che riguardano tereni sabbiosi.

Rifornimento di acqua, benzina e cibo e siamo nuovamente in viaggio. La cartina ci riporta sulla strada principale d’Australia, la N.1.

Siamo in macchina da un paio di ore, i bambini si comportano bene. Averli fatti giocare prima di partire si è rivelata una buona tattica; Olivia, ora sveglia ed affamata, ha potuto dormire e Laskan si è intrattenuto con qualche gioco. Decidiamo di mangiare un boccone veloce, sgranchire le gambe e fare il punto della giornata prima di risalire in macchina.
Circa 250 km dalla nostra partenza svoltiamo a destra sulla 136, una strada secondaria, la più diretta.
Il manto stradale cambia decisamente, la strada si fa notevolmente più stretta, finisce l’asfalto ed inizia la terra rossa, che km dopo km cambia costantemente tonalità. Il panorama che ci circonda è arido, senza piante, completamente piatto. Lo sguardo non percepisce la fine, sembra di osservare l’oceano, immenso. Guidiamo senza pensarci troppo e allo stesso tempo realizziamo che siamo davero soltanto all’inizio di questa grande avventura attraverso un paese/continente così ostile e inabitato quanto bellissimo e pieno di significato.
Ci sentiamo leggermente spaesati, non incontrami macchine nel senso opposto per ore. Quest’area del Western Australia è caratterizzato dalla presenza di alcune delle più grosse miniere d’Australia. Facilmente incrociamo grossi machinari parcheggiati al di fuori della “strada”. Numerosi i passaggi dei famosi “road train”; camion che rimorchiano fino a un massino di sei rimorchi, lunghi fino a 60 metri, veri e propri treni della strada. Il polverone che alzano su queste strada di sassi e tezza annuncia il loro arrivo. Nella maggior parte delle occasioni arrivano ad occupare in situazioni come questa, quasi tutto lo spazio della strada; non resta che accostare il più possibile e rallentare, la precedenza certamente è dovuta.

Una tappa da circa 580 km, un’immensita considerando di farla con bambini piccoli.
Gli ultimi 150 km diventano davvero tosti. Percorriamo una pista di ghiaia che ci fa ballare come fossimo su una lavatrice mentre centrifuga. Dobbiamo mantenere una velocità discreta per non accusare ogni singola variazione di terreno stando attenti a guidare con prudenza.
I bambini nonostante tutto sembrano divertirsi.

Ormai è pomeriggio inoltrato, arriviamo a Tom Price giusto in tempo per trovare un posto dove passare la notte, far giocare i bambini e preparare la cena. Siamo abbastanza provati ma contenti. Sappiamo che siamo solo all’inizio e non vogliamo pensare troppo a ciò che incontreremo lungo strada.

Il tramonto, come l’alba, è spettacolare e ripaga di ogni sforzo fato durante la giornata.

La mattina seguente siamo in gran forma, carichi all’idea di arrivare al Karijini Natiol Park, finora visto solo in foto. Il tratto da compiere non è molto, il caldo è soffocante come sempre e a metà giornata arriviamo a destinazione.

Lascia un commento

Follow us on instagram @percorrendoindue

In questo momento ci troviamo a Perth, Western Australia, AU Perth, Australia